Manipolazioni spinali

Le Craquement d'une articulation ou d'une vertèbre est une techinique très utilisée par votre ostéopathe

Cos'è la manipolazione?

La manipolazione spinale, o più tecnicamente mobilizzazione ad alta velocità e bassa ampiezza, è una delle tecniche più utilizzate dagli osteopati per facilitare la mobilità articolare. È una tecnica rapida ed efficace per alleviare il dolore acuto al collo, alla schiena o alle articolazioni degli arti superiori o inferiori.

Quando possiamo aver bisogno di essere manipolati?

Durante la tua seduta, ti facciamo muovere il collo e la schiena per vedere in quale posizione il tuo corpo riesce a malapena e non può muoversi correttamente e se questo ricrea i sintomi.

Physiothérapie

Come regola generale, quando un'articolazione è "bloccata", deriva dal fatto di un grosso movimento falso in anticipo, come ad esempio sollevare una scatola pesante e raddrizzarsi, sentendo un forte dolore alla parte bassa della schiena; oppure può derivare da un susseguirsi di piccole cattive posizioni quotidiane, come dormire per mesi su un brutto materasso per esempio.

Enfant endormi

In entrambi i casi, le vertebre si muovono un po' troppo e i muscoli intorno a loro si contraggono per proteggerle ed evitare che ciò accada di nuovo.

Questo non è mai pericoloso , con rare eccezioni. Il tuo corpo è estremamente intelligente e bloccherà l'area danneggiata molto prima che tu possa effettivamente farti del male.

Cosa fa l'osteopata quando desidera manipolare un paziente?

Physiothérapie

Quando si consulta un osteopata per il mal di schiena, spesso si inizia massaggiando i muscoli intorno all'articolazione, per aiutare a ripristinare un po' di movimento, quindi si esegue la famosa manipolazione.

Non rimettiamo MAI una "vertebra a posto" . Quello che facciamo è in realtà molto più semplice.

L'articolazione colpita non si muove. Da allora ; l'"olio" presente nel giunto non si muove e non lubrifica l'intera superficie. Creiamo uno spazio meccanicamente, tirando o ruotando per creare una reazione chimica.

Immagina una bottiglia di acqua frizzante. Se la bottiglia è ferma, la parte superiore della bottiglia non è mai bagnata. Se giri il tappo, l'anidride carbonica fuoriesce e mescola l'acqua in tutta la bottiglia. Lo stesso principio si applica quando "rompiamo" una vertebra: lubrifichiamo l'articolazione per consentirle di muoversi liberamente. Ed ecco qua!

Perché non "rompiamo" tutti

La regola d'oro di qualsiasi tecnica osteopatica è: "ottenere prima il consenso del paziente"!

È il tuo corpo, la decisione è tua!

Possiamo solo dirti che questa o quella tecnica ci sembra la più appropriata per trattare efficacemente ciò di cui soffri. Non ti sgridiamo MAI senza dirtelo!

Non manipoliamo determinate categorie di persone. Queste tecniche sono estremamente a basso rischio. Ti facciamo sempre molte domande che possono sembrare inutili durante la tua prima sessione, ma sono essenziali per determinare cosa puoi o non puoi fare in sicurezza.

Pertanto non creiamo bambini che non hanno terminato la loro pubertà. Le loro ossa a volte non sono ancora completamente solidificate e poiché non eseguiamo radiografie del corpo prima di una sessione, utilizziamo altre tecniche.

Le persone considerate "anziane", in particolare le donne in postmenopausa, a volte hanno l'osteoporosi, nota anche come "malattia delle ossa fragili". In questi casi non è consigliabile esercitare pressione sulle ossa, poiché sono fino a 3 volte più soggette a frattura

Infine, per alcune patologie, questa non è semplicemente una tecnica efficace! L'osteopatia si basa su tecniche che sono state scientificamente dimostrate efficaci.

Durante un'ernia del disco, ad esempio, la ricerca scientifica indica che non aiuta sistematicamente a migliorare questa patologia!

Quali sono i rischi di essere manipolati?

I rischi sono ESTREMAMENTE BASSI.

Il Consiglio nazionale per la ricerca osteopatica ha identificato tutte le manipolazioni che hanno avuto effetti collaterali indesiderati. I risultati mostrano che statisticamente  tra 1/100.000 e 1/1.000.000  le manipolazioni hanno conseguenze dannose per il paziente.

In confronto, l'assunzione di antinfiammatori come il doliprane per periodi prolungati uccide 1 persona su 1.000.

Le "crepe" sono quindi  fino a 1.000 volte meno rischioso rispetto all'assunzione di determinati farmaci da banco

Ostéopathe au travail